DIRE MANGIARE PROGETTARE | Laboratori
637
page,page-id-637,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive,pixelthrone--extension -plugin-version--1.1.3

LABORATORI

Undici classi hanno aderito al progetto Dire Mangiare Progettare: ognuna di esse prenderà parte al percorso di-co-progettazione durante cui, grazie al lavoro congiunto con un designer, inventerà dei progetti per migliorare le proprie mense. In questa pagina, potrete scoprire chi saranno i protagonisti di questi laboratori, conoscere attraverso dei brevi testi chi sono e farvi un’idea dell’ambiente delle scuole su cui andranno a lavorare. Per seguire i laboratori, non perdetevi gli aggiornamenti del progetto su Facebook!

CLASSE II B, SCUOLA G.PASCOLI, CARONNO PERTUSELLA CON ALESSANDRO GARLANDINI
Alessandro Garlandini

Alessandro Garlandini è un designer formatosi in Italia e Australia. Accanto alla sua attività quotidiana di progettista di oggetti e arredi, Alessandro fin dall’università si è interessato a temi quali la sostenibilità ambientale, il riciclo e riuso dei materiali, e su come queste pratiche possano essere adottate e comunicate grazie al design.

dsc_0119

Su questi temi Alessandro ha sviluppato studi ed esposizioni per adulti e bambini. Alessandro insieme ad alcuni designer è parte del gruppo “Il Vespaio”, con il quale è anche ideatore di progetti rivolti ai bambini, quali ‘Toyssimi’ e ‘Ultra Flying Objects’.

SONY DSC

Perché partecipa a Dire Mangiare Progettare?

“I bambini sono solitamente esclusi da qualunque decisione; non possono scegliere la scuola dove andare, non hanno voce in capitolo nella scelta degli arredi della loro cameretta, solitamente non decidono nemmeno i loro giocattoli e i vestiti.[…]Dire Mangiare Progettare invece mette al centro il bambino che è chiamato a pensare agli spazi in cui passa un’ora al giorno e diventa protagonista anziché passivo fruitore del servizio mensa.”

Classe 2 B, Scuola G.Pascoli
bariola1

La classe 2 B della scuola G.Pascoli di Caronno Pertusella ci fa sapere che non stanno proprio a Caronno, ma si trovano nella frazione di Bariola. Qui sopra ecco un’immagine dell’ingresso mandataci dai bambini della scuola.

I bambini ci hanno anche mandato un breve messaggio per il designer.

Buongiorno,

siamo gli alunni della 2 B della scuola Giovanni Pascoli di Caronno Pertusella. Scriviamo questa lettera perché vogliamo partecipare al progetto “dire mangiare progettare” per avere la possibilità di decorare la nostra mensa.

Grazie un saluto da tutti noi,

la classe II B della scuola Giovanni Pascoli

Dalle foto che ci mandano, che potete vedere qui sotto, pare che la mensa sia quasi nuova, ma non dubitiamo che ci sia la possibilità di migliorarla!

La mensa della scuola
img_5565
img_5562_cut
CLASSE II A, SCUOLA G.PASCOLI, CARONNO PERTUSELLA CON GIANMARIA SFORZA (PLAYARCHITECTURE)
Gianmaria Fogliani (PlayArchitecture)

Gianmaria Sforza è architetto e designer. Dal 2015 con PlayArchitecture porta avanti progetti fra architettura e design, meglio se incrociano altre discipline: ha fra l’altro lavorato per EXPO Milano 2015, per il quale è stato direttore artistico dell’Arredo Urbano.

img-20170103-wa007

Gianmaria ha molti interessi, e oltre al design e all’architettura si interessa di città, di paesaggio e di cooperazione.

E’ socio fondatore di TUMBTUMB, l’associazione che porta avanti SUPER, il Festival delle Periferie a Milano: in questo ambito ha ideato il progetto PopUpPublic, in cui co-progettare arredi urbani e microarchitetture per sperimentare nuovi tipi di spazi in pubblico.

E’ anche socio di Architetti senza Frontiere ONLUS, con la quale ha sviluppato progetti di cooperazione legati prevalentemente al Design.
Dal 2001 Gianmaria insegna in diverse scuole: prima Progettazione Architettonica e Architettura del Paesaggio al Politecnico di Milano nelle sedi di Milano e Piacenza, poi Design alla scuola Cova di Milano e all’Accademia MADEProgram di Siracusa.

Market_Sforza
Classe II A, Scuola G.Pascoli
aula_polifunzionale

La classe 2 A ci fa sapere che la scuola si è ingrandita negli ultimi anni, e qui sopra potete vedere una parte della nuova struttura. Ecco invece il messaggio dai bambini per i designer che li aiuteranno nel loro percorso di progettazione:

 

Gentili signori,

siamo i bambini della II A della Scuola G. Pascoli di Caronno Pertusella. Noi vorremmo il vostro aiuto per abbellire la nostra mensa, che ha bisogno di diventare più colorata e decorata! Sappiamo che voi fate proprio questo lavoro. Noi in cambio vi potremo aiutare con la nostra fantasia, e promettiamo di mettercela tutta! Non vediamo l’ora di incontrarvi,

firmato

la classe II A della Scuola G. Pascoli

 

Eccovi un’immagine della mensa della scuola, di cui potete vedere altre foto nella scheda dell’altro laboratorio che si tiene nella scuola Pascoli.

La mensa della scuola 
img_5563
CLASSE 2 A, SCUOLA D.ALIGHIERI, CARONNO PERTUSELLA CON SILVIA CAFORA
Silvia Cafora

Silvia Cafora ha studiato architettura e ha lavorato tra Italia, Francia e Cile, dove ha sviluppato progetti di architettura e design da sola o in collaborazione con altri professionisti. Nell’ambito di queste esperienze si è avvicinata e ha avuto modo di approfondire la sua conoscenza nella gestione di processi partecipati di
co-design: i progetti in cui si è impegnata hanno studiato, ridisegnato e realizzato di volta in volta nuove architetture, o la trasformazione di spazi esistenti, di cui si sono immaginate nuove funzioni e o nuove configurazioni. A questo proposito, Silvia ci dice:

img_2947

“Il disegno di nuovi spazi è sempre un’esperienza educativa: genera cambiamento e trasformazione, ed è fisiologico che al cambiare degli spazi anche chi li vive muta. Come diceva Giancarlo De Carlo, “Prima noi costruiamo i nostri spazi, poi i nostri spazi costruiscono noi.”

gnam

Silvia è anche interessata attiva nel tema del cibo e dell’alimentazione: da un lato è stata socia fondatrice di una cooperativa che produce zafferano, per cui ha organizzato corsi per insegnare a grandi e piccoli come coltivarlo in maniera organica; dall’altro, come progettista, si occupa anche di design del cibo, organizzando e disegnando banchetti di cui cura ogni aspetto.

Classe 2 A, Scuola D.Alighieri
Classe-IIA_Dante-Caronno_senza

Ecco qui sopra un bel ritratto della classe 2 A al completo, che esprime anche con un brevissimo messaggio l’interesse verso il progetto che faranno con i designer:

 

Carissimi signori, ci piacerebbe partecipare al vostro Progetto perché vorremmo rendere più bella la nostra mensa.

A giudicare dalle immagini che trovate qui sotto, ce n’è proprio bisogno!

La mensa della scuola 
ingresso_mensa
mosaico_mensa-_dante
CLASSE 2 A, SCUOLA IGNOTO MILITI, CARONNO PERTUSELLA CON SEBASTIANO ERCOLI
Sebastiano Ercoli

Sebastiano Ercoli è un designer marchigiano che si è spostato a Milano per la sua formazione al Politecnico. Una volta terminati gli anni di università, si è fermato in Lombardia per cominciare a lavorare nel campo del design. Sebastiano ha sviluppato molte ricerche dentro e fuori dall’università, che gli hanno permesso di specializzarsi nel co-design, o progettazione partecipata.

_dsc3748_cut

A questo proposito, Sebastiano ci scrive: “Il tema della co-progettazione con gli utenti mi ha sempre interessato; oltre al percorso dottorale, ho avuto un’esperienza molto formativa con il progetto Cooking for All, che ho avuto la fortuna di svolgere per conto di aziende del calibro di Snaidero ed Electrolux. Il progetto, da me ideato e condotto insieme alla designer Anna Zandanel, aveva come obiettivo la progettazione di una cucina utilizzabile da qualsiasi utente, con particolare attenzione alle persone con disabilità visiva.”

dsc_4119

Oltre a questa importante esperienza, Sebastiano dal 2010 collabora con alcuni designer con cui si è dato il nome di “il Vespaio” per la creazione di numerosi progetti rivolti ai bambini, che li coinvolgono in prima persona in laboratori o altre attività pratiche.  L’ultimo in ordine di tempo è PIM PUM PAM, attraverso il quale realizzano laboratori creativi per i bambini delle aree terremotate del Centro Italia.

Classe 2 A, Scuola Ignoto Militi
img_5606

I bambini della 2 A, che vedete ritratti qui sopra in una vesione abbastanza orginale, vi scrivono:

 

… a proposito di “Dire Mangiare Progettare“ nelle classi seconde…

“Bambini, vi piacerebbe avere una mensa più bella, colorata e comoda?”

“SIIIIIIIIIIII!!!”

“E vi piacerebbe essere proprio voi, tutti insieme, a progettare qualcosa che faccia diventare la vostra mensa più bella, colorata e comoda?”

“SIIIIIIIIIIII!!!”

“Bene, conosciamo delle persone che potrebbero aiutarci a fare tutto questo. Sareste disposti a collaborare con queste persone, a dire le vostre idee e a lavorare allegramente tutti insieme?”

“SIIIIIIIIIIII!!!”

“Benissimo, allora chiederemo a queste persone se possono venire a darci una mano”.

Ed ecco a voi, qualche foto della mensa della scuola!
img_5598
img_5599
CLASSE 2 B, SCUOLA IGNOTO MILITI, CARONNO PERTUSELLA CON STEFANO ANFOSSI
Stefano Anfossi

Stefano Anfossi è sia designer che architetto, e porta avanti entrambi con la stessa passione. Nel Design, i suoi progetti spaziano dal disegno di oggetti, arredi e interni fino alla concezione e realizzazione di servizi. Nel campo dell’architettura è invece impegnato nella progettazione e costruzione di case ed edifici a destinazione sociale. Stefano è anche professore, sia al Politecnico di Milano – Scuola di Design che all’Istituto Europeo del Design, partecipando a incontri e laboratori in Italia e all’estero.

stefano_cut

E’ socio fondatore di PACO Design Collaborative, un gruppo di designer che si occupa di processi di co-design sia con adulti che con bambini, e nel consiglio direttivo e responsabile dell’area Design e Architettura di Arteprima, un’associazione che promuove l’arte contemporanea come motore di innovazione e inclusione sociale.

piantina_anfossi

Stefano ci ha scritto:

“Sono molto interessato al progetto Dire Mangiare Progettare in quanto con PACO stiamo esplorando e praticando attività di co-design con i bambini già da qualche anno e crediamo che sia molto importante attivare le loro capacità per farli passare dalla creatività alla progettualità (creatività applicata).”

2A scuola ignoto militi
img_5603

Anche la 2 B si fa ritrarre di spalle, ma indica con piacere il nome del nostro progetto: buon segno! E…

… a proposito di “Dire Mangiare Progettare“ nelle classi seconde…

“Bambini, vi piacerebbe avere una mensa più bella, colorata e comoda?”

“SIIIIIIIIIIII!!!”

“E vi piacerebbe essere proprio voi, tutti insieme, a progettare qualcosa che faccia diventare la vostra mensa più bella, colorata e comoda?”

“SIIIIIIIIIIII!!!”

“Bene, conosciamo delle persone che potrebbero aiutarci a fare tutto questo. Sareste disposti a collaborare con queste persone, a dire le vostre idee e a lavorare allegramente tutti insieme?”

“SIIIIIIIIIIII!!!”

“Benissimo, allora chiederemo a queste persone se possono venire a darci una mano”.

 

Ecco qualche foto che ci è arrivata sulla situazione della loro mensa.

La mensa della scuola 
img_5598
img_5599
CLASSE 2 A, SCUOLA SANT’ALESSANDRO, CARONNO PERTUSELLA CON IDA BONFIGLIO
Ida Bonfiglio

Ida Bonfiglio è un architetto milanese attualmente residente a Torino, specializzatosi nell’ambito dell’architettura e dell’integrazione tra edificio e impianti. Accanto alla sua pratica professionale, ha sviluppato negli ultimi anni un’esperienza in percorsi partecipativi, che hanno visto il coinvolgimento di amministrazioni, enti pubblici e cittadini.

foto_bonfiglio

In questo ambito, Ida ha preso parte insieme ad un team formato da architetti e psicologi ad un tavolo di lavoro per la progettazione di interventi miranti ad aprire una sistema di scuole al territorio, che si sono avvalsi di laboratori di partecipazione aperti a tutti coloro che abitano e lavorano all’interno di quegli spazi: maestri, personale, bambini e genitori.

atrio
CLASSE 2 A, Scuola Sant’Alessandro
img_5578

Ecco i piccoli alunni della classe 2 A mentre studiano appassionatamente. Qui di seguito il messaggio cortissimo che hanno voluto recapitarci:

 

Cari signori,

noi siamo molto felici di partecipare a questo progetto per abbellire la mensa. Ci organizzeremo e ce la metteremo tutta per lavorare bene insieme.

Grazie per averci dato questa possibilità,

i bambini della II A, Scuola S’Alessandro

 

Decisi e di poche parole! Ci piacciono! Ecco invece qui sotto una foto della loro mensa. Anche qui di materiale su cui lavorare ce n’è in abbondanza!

La mensa della scuola
img_5580
CLASSE 2 A, SCUOLA DANTE, LISSONE CON MATTEO BERALDI
Matteo Beraldi

Matteo Beraldi è nato a Meda e ha studiato Design al Politecnico di Milano. Ha iniziato il suo percorso professionale collaborando con diversi studi di progettazione per importanti aziende nazionali ed internazionali.

Beraldi_DEF

Successivamente Matteo ha avviato a Milano il suo studio, il Matteo Beraldi Design Office, dove si occupa di consulenza nel campo del design di prodotto, di interni e grafica. Ha vinto numerosi concorsi ed è stato selezionato dall’Istituto Italiano di Cultura di New York fra i 10 migliori giovani designer italiani.

E’ autore di una delle macchine prodotte nell’ambito del progetto ToBeUs, un nuovo marchio di giocattoli in legno interamente ecologici e made in Italy.

Contorsionista_2
Classe 2 A, Scuola Dante
IMG-20161129-WA0024

La classe 2 A ci si presenta nel cortile della scuola, facendoci vedere anche una parte dell’edificio della scuola: un edificio abbastanza vecchio, severo ma tutto sommato tenuto bene. Certo, manca un po’ di colore! I bambini ne scrivono anche nella loro lettera al designer che li aiuterà raccontando, della loro mensa.

Gentili designers,

vi ringraziamo per averci invitati a partecipare, insieme a voi, a questo bellissimo progetto.
La nostra mensa è un po’ bruttina, quindi siamo molto felici che volete darci una mano. Progettare oggetti utili e belli è la nostra missione perché noi della 2° A sappiamo che collaborare per realizzare qualcosa è sempre un’esperienza bella e divertente.
Le maestre ci dicono sempre che le idee che si condividono sono più geniali di quelle in cui si pensa da soli. I nostri valori sono l’inclusione, la condivisione, la collaborazione, l’inn0vazione.
Speriamo tanto di essere scelti perché il nostro spazio della mensa diventi ancora più bello ma soprattutto pensato con le nostre idee.

Condivisione e collaborazione, che belle parole! Ma vediamo un po’ come è messa la mensa di cui parlano i bambini della 2 A

La mensa della scuola
IMG-20161129-WA0020
IMG-20161129-WA0022
CLASSE 2 C, SCUOLA DANTE, LISSONE CON CLAUDIO LARCHER
Claudio Larcher

Claudio Larcher è un designer attivo in molti campi: dopo aver studiato architettura a Milano, ha poi continuato le sue ricerche a Barcellona all’interno del “Centro Estudi de la Mediterranea”. Tornato in Italia, ha studiato Web design alla Domus Academy e fondato nel 2001 lo studio Modoloco con il collega Flavio Mazzone, con il quale si occupa indifferentemente di design, architettura e comunicazione visiva.

claudio-larcher_bn-747x754

Claudio ha una notevole esperienza nella didattica: ha insegnato in varie scuole in Italia (Milano,Bolzano) e all’estero (Barcellona, Castellon de la Plana), ed è il responsabile didattico del Programma Triennale della Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. E’ stato anche un curatore di mostre ed esibizioni – ne ha organizzato in Italia, Giappone, Spagna, Francia, Inghilterra e Svezia – e autore di libri dedicati al Design, fra cui l’ultimo pubblicato è “Design, scuola e solidarietà”.

foto-9
Classe 2 C, Scuola Dante
2C-DANTE

La classe 2 C ci si presenta nel miglior modo possibile, con una bella foto di gruppo e una lunga lettera di cui pubblichiamo solo una parte:

Gentili designers,

non ci conosciamo ancora ma vi ringraziamo per averci fatto questa bellissima proposta e a chi ci permetterà di realizzarla. Quando la nostra maestra ci ha parlato di questa iniziativa eravamo emozionatissimi perché parliamo spesso di come migliorare la nostra scuola e di comeprendercene cura. Ci teniamo molto perché è il luogo dove trascorriamo la maggior parte della nostra giornata. Siamo pieni di idee ma avremmo tanto bisogno del vostro aiuto per metterle in pratica. Ci piace molto l’idea di fare questo scambio con voi. Le nostre idee e i vostri trucchi del mestiere saranno un’accoppiata vincente. Non vediamo l’ora di ospitarvi nel nostro plesso Dante. Vi troverete benissimo. Noi vorremmo tanto che la nostra mensa diventi più bella perché gli spazi belli ci fanno stare bene insieme.

I bambini ci mandano anche una foto molto importante, quella del murales che hanno composto fuori della scuola con delle piastrelle: ci fanno sapere che ogni bambino/a ne ha prodotta e decorata una, disegnandoci un cibo tipico della sua famiglia. Lo hanno fatto nell’anno di Expo, che bello! Ci aspettiamo un impegno simile anche per il progetto “Dire Mangiare Progettare”, che tratterà lo spazio della mensa che vedete qui sotto.

FOTO CARATTERISTICA DANTE
La mensa della scuola
IMG-20161129-WA0028
CLASSE 2 C, SCUOLA TASSO, LISSONE CON ASSOCIAZIONE SCATOLAPERTA
ScatolAperta

ScatolAperta è un’associazione nata a Monza che organizza laboratori pratici per scuole, comuni e spazi privati che vogliono offrire a bambini esperienze di progettazione di gruppo per stimolare la loro immaginazione e creatività in rapporto agli spazi che abitano: casa, scuola, città.

scatolaperta_immagine01

Ai laboratori di Dire Mangiare Progettare prenderanno parte per l’associazione Velia Iride Cesati e Elena Verri. Entrambe hanno studiato architettura e le esperienze realizzate con scatolAperta, di cui sono socie fondatrici, affiancano la loro attività professionale di progettazione che esercitano nei loro studi a Monza.

scatolaperta_immagine02

Si sono specializzate in diversi ambiti: Iride ha fatto esperienze di facilitatrice in molti processi di progettazione partecipata che hanno coinvolto adulti e bambini; Elena ha approfondito il tema legato all’avvicinamento dei bambini al mondo dell’architettura attraverso esperienze di formazione a Venezia, Barcellona e Helsinki.

CLASSE 2 C SCUOLA TASSO
ii-c_foto-di-classe

La 2 C si dimostra fin dall’inizio una classe affamata, un elemento fondamentale per partecipare ad un progetto che parla di cibo e di spazio! Ma leggiamo cosa ci scrivono nella loro lettera di presentazione:

Siamo gli alunni della classe 2^C della Scuola primaria “Torquato Tasso” di Lissone.

Le nostre maestre Miriam e Patrizia ci hanno parlato del concorso per la partecipazione al Progetto “Dire, Mangiare, Progettare” che ci permetterebbe di rendere più bello il momento del pranzo perchè a noi piace tanto mangiare e stare a tavola insieme.

Ci hanno spiegato che ci aiuterà e ci guiderà un designer (le maestre ci hanno spiegato cosa significa).

L’ idea di poter essere scelti per questa attività ci ha molto entusiasmato, ne abbiamo parlato insieme in classe e abbiamo pensato a tante cose, ma forse un po’ lontane dalla realtà.

[…] Infatti, saremmo ben felici di lavorare con una persona che possa guidarci nel pensare e nel trovare la soluzione ai problemi che incontriamo quando siamo a tavola.

Molto bene, questi bambini ci paiono una classe perfetta con cui collaborare e progettare insieme! Ecco lo spazio dove si terranno i laboratori:

La mensa della scuola
mensa-1
mensa-2
CLASSE 3 C, SCUOLA TASSO, LISSONE CON SIMONA BEOLCHI E SILVIA CACCIAMATTA
Simona Beolchi e Silvia Cacciamatta

Simona e Silvia sono amiche e colleghe nel lavoro, avendo studiato la prima pianificazione urbana e la seconda design dei servizi al Politecnico di Milano.

SilviaeSimona

Vengono dalla provincia di Bergamo e hanno portato avanti insieme alcuni progetti negli ultimi anni, motivo per il quale hanno deciso di intraprendere l’esperienza di Dire Mangiare Progettare insieme.

Simona

Simona ha esperienza di progettazione di luoghi della città (piazze, giardini, etc) e ha partecipato a molte iniziative in cui sono stati coinvolti bambini e adulti: a partire dai loro bisogni e dalle loro idee, lei e i suoi colleghi hanno sviluppato progetti che hanno trasformato quegli spazi per sempre o anche solo per qualche giorno.

Silvia

Silvia ha invece esperienza nella progettazione di prodotti , interni e servizi. Ha lavorato in Italia e in Germania, sviluppando progetti di vario genere, accomunati però dall’attenzione a rendere migliore possibile l’esperienza dell’utente: nel progetto di servizi, siti online, interni.

Classe 3 C, Scuola Tasso
NOI!

La classe 3 C ci si presenta con una bella foto a mani in alto! Peccato che della fila sotto non si vedano le facce, ma poco male, conosceremo tutti i bambini durante i laboratori. Ecco il messaggio che hanno voluto inviarci prima di partecipare ai laboratori:

Ciao!

Siamo la IIIC, alunni della Scuola Primaria Tasso di Lissone. Siamo felici di partecipare a questo progetto: siamo collaborativi ed abbiamo tante idee fantastiche da farvi sapere e da realizzare con il vostro aiuto. Un esempio? Un robot per ogni tavolo, che, quando vogliamo il bis, lo prepara dentro di sé, perchè ha un forno! Sul tavolo c’è un menù, schiacci il cibo che vuoi e poi arriva il robot con quello che hai scelto! Noi vogliamo progettare delle cose originali che non si sono mai viste, per rendere la mensa più sicura ed ordinata. Speriamo che una nostra idea crei nuove esperienze belle ed emozionanti per la gente, dia vita ad un progetto di fantasia e vi assicuriamo che lasceremo tutti a bocca aperta.

Ci state?

Le bambine ed i bambini della IIIC

Wow! I bambini partono in quinta! E alcune delle idee ci paiono esattamente adatte alle designer con cui svolgeranno i laboratori. Ma non divaghiamo, ecco una foto che la 3 C ci manda per farci vedere la mensa dove tutti i bambini mangiano ogni giorno.

La mensa della scuola
MENSA1
CLASSE 2 A, SCUOLA SAN MAURO, LISSONE CON ANNA PAOLA BUONANNO E PIERGIORGIO ITALIANO (FROM OUTER SPACE)
Anna Paola Buonanno e Piergiorgio Italiano (From outer Space)

Anna Paola Buonanno e Piergiorgio Italiano hanno studiato design e tipografia, e insieme formano From outer Space: con questo nome i due progettisti hanno firmato progetti per spazi, scenografie e installazioni in Italia e all’estero, oltre a progetti che li hanno visti direttori artistici e disegnatori di libri e pubblicazioni. Anna Paola e Piergiorgio investigano quale possa essere il ruolo del progetto nella nostra realtà di tutti i giorni attraverso ricerche autonome, incarichi e pratiche di partecipazione, come laboratori e progetti indipendenti in cui coinvolgono gruppi di persone.

from-outer-space-ritratto

Scrivendoci a proposito del loro interesse a partecipare al progetto “Dire Mangiare Progettare”, Anna Paola e Piergiorgio ci hanno riportato un estratto di uno scritto di Bruno Munari, che si riferisce al progettare con i bambini.

mestieri-domani-from-outer-space

«C’è sempre qualche vecchia signora che affronta i bambini facendo delle smorfie da far paura e dicendo delle stupidaggini con un linguaggio informale pieno di ciccì e di coccò e di piciupaciù. Di solito i bambini guardano con molta severità queste persone che sono invecchiate invano; non capiscono cosa vogliono e tornano ai loro giochi, giochi semplici e molto seri». È da questi giochi semplici e molto seri che vogliamo partire, per imparare qualcosa di nuovo e restituire oggetti, spazi o arredi che soddisfino questi severi e esigenti committenti.

2 A, SCUOLA SAN MAURO
IMG_0916

La classe 2 A ci si presenta nel mezzo del lavoro in classe: sarà forse in quest’occasione che hanno composto questa poesia per presentarsi al progetto?

“La mensa divertente”
Sogno un luogo caldo e ospitale
con percorsi ad ostacoli da affrontare
al tavolo aspettiamo che simpatici robottini
servono squisiti pranzetti a noi bravi bambini.
Piastrelle e pareti cambiano a suon di musica
per rendere l’atmosfera più unica
porte e bicchieri in cristallo
che ricordano le principesse al gran ballo
pareti gialle, rosse e blu
e perché no, anche un po’ d’oro quaggiù.
Certo che mangiare all’aperto,
sarebbe proprio il progetto perfetto.

Bambini II A

Ci pare un modo molto creativo per cominciare l’avventura dei laboratori! I bambini ci mandano anche queste foto della mensa: non sembra poi tanto male, ma sicuramente dalle idee dei bambini verranno fuori dei progetti bellissimi!

La mensa della scuola
img_0901
img_0908